Sono una scrittrice esordiente. Sin da giovanissima mi sono cimentata a scrivere racconti. Qui ho trovato uno spazio dove esprimermi, dove postare i miei racconti in attesa del vostro giudizio, ma anche un luogo dove parlare di libri o semplicemente per raccontarvi della mia esperienza come scrittrice; a volte mi permetterò anche di divagare, per fermare un’idea o un momento. Ad ogni modo sarà un luogo dove imparare a scrivere e dove esercitarmi: un taglia e cuci di parole, proprio come un atelier!

domenica 24 maggio 2015

10#UnMotivoPerLeggere - È l’unico hobby che fai sul divano, che non è una perdita di tempo

Oggi la vita è frenetica per tutti quanti, si corre dalla mattina alla sera, tra lavoro, figli, spesa, scadenze, ecc. E si ha ben poco tempo per sé stessi e per le proprie passioni. Sedersi sul divano è un lusso che ti concedi solo a sera tardi; e tra le mille cose da fare che ti aspettano ti senti anche un tantino in colpa, come se riposarsi al giorno d’oggi fosse solo una perdita di tempo. Perché questo è quello che ci ha inculcato la società di questi tempi: non ti puoi fermare, devi correre, produrre, fare qualcosa.
Fermarsi e godersi un buon libro, per ricaricare le pile e svagare il cervello tra le pagine di un romanzo è un modo per prendere un po’ di tempo per sé stessi e non sentirsi affatto in colpa. Leggere, oltre a essere un piacere, è un modo per arricchire, come già detto in un precedente post, il nostro bagaglio conoscitivo. Insomma, alla domanda «Cosa stai facendo?», rispondere «Sto leggendo un libro!» ci fa sentire meglio con noi stessi, con la nostra coscienza, e migliori verso gli altri, piuttosto che rispondere «Niente, mi sto riposando». Insomma, un hobby che puoi fare comodamente spaparanzato sul divano, ma che non è una perdita di tempo.

4 commenti:

  1. Ed anche quando fai lunghe file di attesa alla Posta, in Banca, dal dottore. Io lo scrivo sempre, quasi come un vanto, porto in borsa con me sempre il libro che sto leggendo, perché è un ottimo modo per coprire i vuoti nell'arco della giornata.

    RispondiElimina
  2. Si, il libro in borsetta c'è sempre! :)

    RispondiElimina
  3. Parole sante! Ho imparato ad apprezzare anche i ritagli di tempo dedicati alla lettura, in particolare quando sto genericamente "aspettando", ed essendo fuori casa non mi sento chiamata da nessun dovere. Lì la libertà è massima. Ma anche mettermi in poltrona, la sera, e scegliere quale libro leggere (perché ne ho in ballo almeno un paio) è una soddisfazione da fare le fusa. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, poter scegliere un libro e accomodarsi in poltrona è davvero un piacere!

      Elimina