Sono una scrittrice esordiente. Sin da giovanissima mi sono cimentata a scrivere racconti. Qui ho trovato uno spazio dove esprimermi, dove postare i miei racconti in attesa del vostro giudizio, ma anche un luogo dove parlare di libri o semplicemente per raccontarvi della mia esperienza come scrittrice; a volte mi permetterò anche di divagare, per fermare un’idea o un momento. Ad ogni modo sarà un luogo dove imparare a scrivere e dove esercitarmi: un taglia e cuci di parole, proprio come un atelier!

domenica 10 maggio 2015

8#UnMotivoPerLeggere - È l’unica droga che non fa male

Personalmente quando leggo qualcosa di interessante e coinvolgente, mi carico di un’energia nuova e propositiva, come se prendessi delle vitamine ad effetto immediato. Così procedo avidamente nella lettura e quando arrivo alla fine del libro, mi assale una specie di delusione mista a malinconia, come se soffrissi di una crisi di astinenza dalle pagine che stavo leggendo e che ora sono finite. Mi prende la smania di cercare un altro volume che mi faccia provare le stesse sensazioni, così guardo i libri che ho sul comodino in attesa di essere letti e mi sembrano improvvisamente pochi. E allora mi precipito in libreria e mi rifornisco di titoli e volumi nuovi per rimpinguare la pila sul comodino.
Insomma, mi sembra di essere drogata di libri!
In fondo che male c’è!? Non ci sono controindicazioni, non fa male né al fisico né alla mente, anzi ci sono solo benefici.
Droghiamoci pure di libri, nessuno ci manderà all’anonima-lettori!

8 commenti:

  1. Direi che hai descritto molto bene la sindrome del lettore assatanato... anche a me fa lo stesso effetto! Spero che siamo in tanti. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di non essere sola a soffrire di questa smania!

      Elimina
  2. Condivido pienamente. Ho 2 mensole piene piene di libri da leggere ancora. E anche tomi da oltre 1000 pagg. Non ce la farò mai! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece mi trovo proprio nella fase da astinenza, perché sul comodino ho ancora pochi libri in attesa di essere letti... non so se sono diventata più esigente o se in libreria non c'è molta offerta... immagino un po' di entrambi!

      Elimina
  3. Non dirlo a me, che arrivo a leggere più libri contemporaneamente per "drogarmi" in posti diversi e con diverse persone (forse sarebbe meglio chiamarle "personaggi,"). ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio marito mi chiede spesso come faccio a leggere più di un libro alla volta e non confondere le trame... Non solo non le confondo, ma poi me le ricordo a distanza di anni! :)

      Elimina
    2. Invidia! Io dimentico tutto prestissimo. C'è di buono che potrei rileggermi il libro come se fosse nuovo, visto che ricordo se mi è piaciuto o no; ma non lo faccio mai. Ci sono troppi libri interessanti in giro per tornare su quelli già letti, salvo rarissimi casi.

      Elimina
    3. Mi ricordo benissimo la trama, ma spesso mi dimentico il titolo e l'autore. Ma se per caso mi capita di avere tra le mani un titolo che non riconosco, mi bastano dieci righe per ricordarmi il romanzo!
      Anch'io ho deciso di non rileggere cose già lette, perché già non mi basta una vita per leggere tutto quello che vorrei, figuriamoci se dovessi leggere gli stessi libri due volte! Però da giovane mi è capitato...

      Elimina