Sono una scrittrice esordiente. Sin da giovanissima mi sono cimentata a scrivere racconti. Qui ho trovato uno spazio dove esprimermi, dove postare i miei racconti in attesa del vostro giudizio, ma anche un luogo dove parlare di libri o semplicemente per raccontarvi della mia esperienza come scrittrice; a volte mi permetterò anche di divagare, per fermare un’idea o un momento. Ad ogni modo sarà un luogo dove imparare a scrivere e dove esercitarmi: un taglia e cuci di parole, proprio come un atelier!

mercoledì 24 giugno 2015

PandaFest: io ci sarò!

Sabato prossimo (27 giugno) si terrà a Castelfranco Veneto il PandaFest, a cui parteciperò anch’io.
Il mio non vuole essere un post pubblicitario dell’evento, credo che a questo ci abbiano pensato ampliamente l’editore e il manifesto qui a fianco. Voglio, invece, parlarvi di quello che rappresenta per me.
Per carattere sono molto schiva e di fatto è la prima volta che mi presento come scrittrice, anche se sono al secondo volume pubblicato (lo so, questa è stata una grave pecca per la promozione).
Mi troverò per la prima volta a confrontarmi faccia a faccia con altri scrittori e credo, e spero, che saranno presenti anche lettori. Sono a dir poco emozionata, ma sono certa che sarà un’esperienza positiva e di forte crescita, non solo in ambito letterario.
Mi troverò circondata da sconosciuti in un ambiente nuovo, ma credo che l'amore per la scrittura sarà un buon collante per fare nuove conoscenze e intraprendere, chissà, nuovi rapporti.
Devo dire che quando è arrivata la prima mail informativa dall'editore, la prima cosa che ho pensato è stato: «See... Come faccio a partecipare ad un incontro così lontano da casa mia!?» Poi, parlandone con mio marito, avevamo ipotizzato di cogliere l'occasione per concederci un week-end fuori porta con le due piccole Sbilf.
Gli eventi della vita mi hanno portato, infine, ad anticipare di un giorno le vacanze, avvicinandomi al punto di partenza per l'agognato viaggio.
Nella valigia, quindi, oltre ad infilare i libri che o intenzione di leggere (Sbilf permettendo) inserirò anche "Forty - Storie di maternità sostenibile" di Annachiara Capuzzo. È stata una simpatica lettura e sarei lieta di avere la dedica dell'autrice.
Non credo, invece, che mi porterò l'altro libro che ho acquistato tempo fa, di un altro autore Panda, che non sono riuscita a portare a termine. È bello possedere volumi autografati dall'autore, ma sarebbe ipocrita chiederlo dopo aver provato a leggerlo e non averlo apprezzato, nonché imbarazzante se lo scrittore mi chiedesse se mi è piaciuto.
Bene, ora vi saluto: devo preparare le valigie!
Ah! Quasi dimenticavo la penna per gli autografi!

Nessun commento:

Posta un commento