Sono una scrittrice esordiente. Sin da giovanissima mi sono cimentata a scrivere racconti. Qui ho trovato uno spazio dove esprimermi, dove postare i miei racconti in attesa del vostro giudizio, ma anche un luogo dove parlare di libri o semplicemente per raccontarvi della mia esperienza come scrittrice; a volte mi permetterò anche di divagare, per fermare un’idea o un momento. Ad ogni modo sarà un luogo dove imparare a scrivere e dove esercitarmi: un taglia e cuci di parole, proprio come un atelier!

mercoledì 2 marzo 2016

Indiscretamente domande letterarie

Questo giochino l’ho trovato sulla pagina face book di Emozioni tra le pagine di un libro e non ho resistito.

1) Come scegli i libri da leggere? Ti fai influenzare dalle recensioni? 
La scelta di libri è puramente istintiva. Mi faccio guidare dalla copertina, dal titolo e dalla quarta di copertina. Non amo molto le recensioni: libri con recensioni super entusiasmanti mi hanno spesso delusa. Faccio però molta attenzione ai libri che accumulano molte recensioni negative… di solito non è un caso.
2) Dove compri i libri: in libreria o online?
Acquisto molti libri online, perché mi arrivano direttamente a casa e spesso con lo sconto. Però amo molto recarmi in libreria per scovare titoli e autori che non conosco, cosa che l’acquisto online non ti permette.
3) Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta?
Decisamente scorta!
4) Di solito quando leggi?
La sera, sul divano prima di andare a dormire, a letto perché soffro di insonnia, in bagno, nella sala d’aspetto del dentista… insomma appena ho cinque minuti di pace.
5) Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?
Assolutamente no. Non mi spaventano i grossi tomi e non mi lascio influenzare negativamente da poche pagine. Al massimo valuto il prezzo in rapporto al numero di pagine.
6) Genere preferito?
Non ho un genere preferito, mi piace spaziare e leggere cose molto diverse le une e le altre.
7) Hai un autore preferito?
Siccome ho amato alcuni romanzi più di altri, tendo a cercare tutti i libri di quel’autore. Ma sono parecchi, spaziando da Oscar Wilde a Jasper Fford, da Jane Austen a Orianna Fallaci, da Balzac a Falletti. Ora, per esempio aspetto il prossimo romanzo di Alice Basso.
8) Quando è iniziata la tua passione per la lettura?
Da quando ho imparato a leggere. Mi ricordo che nell’estate tra la prima e la seconda elementare avevo il gesso alla gamba destra e passavo le mie giornate in una poltrona in terrazza a leggere un libro di fiabe che mi avevano regalato proprio per la convalescenza. E mi ricordo anche che da bambina quando non avevo niente da leggere in bagno leggevo le etichette dello shampoo.
9) Presti libri?
Mi capita, ma solo a poche intime amiche che amano la lettura quanto me.
10) Leggi un libro alla volta oppure riesci a leggerne diversi insieme?
Non riesco a fare a meno di leggerne diversi alla volta. Anche quattro in colpo solo.
11) I tuoi amici/famigliari leggono?
In famiglia solo mia mamma e la mia primogenita di sette anni. Alcune amiche, ma purtroppo non molte.
12) Quanto ci metti mediamente a leggere un libro?
Dipende dal periodo e dal libro. Ad ogni modo leggo dai 40 a i 50 titoli l’anno, quindi in media poco più di una settimana.
13) Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?
Lo ammetto: non resisto è più forte di me.
14) Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto quale sarebbe?
Aiuto! Non posso nemmeno immaginare una cosa del genere! Perché in testa mi scorrono una lunga carrellata di titoli… Il ritratto di Dorian Gray, Cime tempestore, Orgoglio e pregiudizio… ma se ogni lettore può portarsi solo un libro, immagino che questi titoli saranno già sulla scialuppa di salvataggio e potrei salvare un titolo meno classico, ma meritevole come il Caso Jane Eyre di Ffor o L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome della Basso.
15) Perché ti piace leggere? 
Brevemente, perché ci ho dedicato un post apposito: amo viaggiare con la mente, conoscere cose nuove, vivere le storie dei personaggi e leggere mi da carica.
16) Leggi libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi?
Mi capita di leggere libri in prestito, ma per lo più li compro perché ho un’irrefrenabile desiderio di possedere il libro oggetto. E se mi capita di leggere un bel libro in prestito, lo acquisto perché deve entrare nella mia libreria.
17) Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire?
Il pendolo di Foucault di Umberto Eco.
18) Hai mai comprato un libro solo perché aveva una bella copertina, e cosa ti attrae nella copertina di un libro?
Non mi vergogno ad ammetterlo!
19) C'è una casa editrice che ami particolarmente, e perché?
Nessuna in particolare.
20) Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni "al sicuro" dentro casa?
Ovunque. Non potrei mai stare senza un libro. Però ne ho una cura maniacale e anche i libri che porto in spiaggia sembra che non siano mai usciti di casa.
21) Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente?
Ahimè me ne regalano davvero pochi, anche perché quando è successo erano libri che già avevo. Però serbo un bellissimo ricordo del primissimo libro che mi è stato regalato: una raccolta di favole di Richard Scarry. Credo sia il primo libro in assoluto che ho letto.
22) Come scegli un libro da regalare?
Penso prima di tutto alla persona che lo deve ricevere, i cui gusti di solito si scostano molto dai miei.
23) La tua libreria è ordinata secondo un criterio, o tieni i libri in ordine sparso?
I romanzi sono ordinati in ordine alfabetico per autore. Il resto è diviso a temi, storia con storia, geografia con geografia, scrittura con scrittura. In questo modo ne rimette un po’ l’estetica, ma per me i libri non sono oggetti d’arredamento.
24) Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?
Di solito le leggo, ma quando sono alla fine del volume (cosa che mi irritaparecchio) tendo a saltarle.
25) Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libri o le salti?
Leggo tutto. A volte anche per rendermi conto che proprio potevano risparmiare carta…

E ora giro la palla a voi. Attendo di sapere che lettori siete!

2 commenti:

  1. Mi sono ritrovata in molte delle tue risposte, ma forse era scontato: noi amanti della lettura siamo molto prevedibili sotto certi aspetti! Anch'io leggo diversi libri in contemporanea, di solito due o tre, sempre molto diversi tra loro (spesso uno è un saggio e l'altro un romanzo). Fino a pochi anni fa mi si accapponava la pelle all'idea di non dedicare tutto il mio tempo e la mia attenzione a un solo libro; invece adesso apprezzo molto il fatto di scegliere il libro giusto per ogni momento. :)

    RispondiElimina
  2. Hai ragione: forse noi veri lettori ci assomigliamo un po' tutti! :-D

    RispondiElimina