Sono una scrittrice esordiente. Sin da giovanissima mi sono cimentata a scrivere racconti. Qui ho trovato uno spazio dove esprimermi, dove postare i miei racconti in attesa del vostro giudizio, ma anche un luogo dove parlare di libri o semplicemente per raccontarvi della mia esperienza come scrittrice; a volte mi permetterò anche di divagare, per fermare un’idea o un momento. Ad ogni modo sarà un luogo dove imparare a scrivere e dove esercitarmi: un taglia e cuci di parole, proprio come un atelier!

mercoledì 22 giugno 2016

Il libro giusto da portare in vacanza

Oggi non voglio darvi consigli lettura, perché in questo periodo articoli che già lo fanno ce ne sono davvero a bizzeffe. Vi dirò, invece, quali caratteristiche possederanno i libri che mi metterò in valigia, perché dovranno essere almeno tre. Tre è il numero per una settima al mare, anche se so che non li leggerò tutti. Una volta sì, li avrei letti, ma ora che ho due bambine piccole da seguire minuto per minuto in spiaggia e dentro l'acqua, non posso concedermi il lusso di leggere tranquillamente sdraiata sotto l'ombrellone. Ciò nonostante, me ne porterò tre.
Durante le ferie mi piace dedicarmi a letture leggere, che mi non mi impegnino troppo. Quindi niente saggi. In spiaggia (lo avete capito, quest'anno vacanza classica al mare!) preferisco dedicarmi a romanzi e non troppo impegnati. Magari una storia ambientata in posti esotici, ma non necessariamente; a volte si dimentica quanto possano essere affascinanti anche i luoghi vicino a casa. Spero solo di trovare una storia che mi stupisca, che mi trasporti nella lettura e che mi lasci un bel ricordo da legare a quella settimana di relax.
La cosa più importante, però, quando vado in vacanza, sono le caratteristiche fisiche del libro. Non voglio sembrare superficiale, ma quando viaggio preferisco portare con me libri dalle dimensioni compatte, facili da trasportare, più leggeri e maneggevoli. Quindi bene le edizioni economiche e la copertina flessibile.
E per voi, come deve essere il libro ideale da portare in vacanza?

2 commenti:

  1. Io non ho ancora deciso, ma di solito ne porto due. Decido solo sul momento. In genere scelgo però tra quelli che ho comprato usati e già mezzo distrutti perché so bene che tra sabbia e salsedine ne salverò ben poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sinceramente riesco a preservarli piuttosto bene dalla sabbia. Certo, non mi porto, come ho detto nel post, volumi pregiati! :-)

      Elimina